Si può essere giudicati in tribunale da una Intelligenza Artificiale?

A decidere se un soggetto è recidivo o meno, e quindi deliberare se lasciarlo in prigione o concedere la libertà provvisoria potrebbe essere una Intelligenza Artificiale (IA) e non più solo un giudice.
Non è uno scenario di fantascienza ma una realtà attiva negli USA e in alcuni paesi europei dove si sta sperimentando con sempre maggiore frequenza l’uso delle IA nel supportare (per adesso) le decisioni di un tribunale.
Ma sono tantissime le realtà dei tribunali, anche italiani, dove progressivamente le IA stanno iniziando a supportare le decisioni dei togati o anche le linee difensive degli avvocati, sia analizzando precedenti sentenze che interrogando i social per trovare prova di specifiche azioni come, ad esempio, lo stalking.
Se le IA avranno l’obiettivo di snellire la burocrazia, allora ben vengano. Ma se la loro progettazione si dovesse basare su dati contenenti elementi di pregiudizio (il colore della pelle, l’etnia, le tendenze sessuali, ecc.), ci troveremo di fronte a un sistema giudiziario ben distante dal concetto di “tutti i cittadini sono uguali di fronte alla legge“.

Continua a leggere “Si può essere giudicati in tribunale da una Intelligenza Artificiale?”

Google Suite come App per la gestione dei Cantieri

Una prima riflessione su come alcune delle App di una Suite molto conosciuta come quella di Google (Calendar, Keep ed Event) se ben comprese nella loro integrazione possano divenire un punto di riferimento fondamentale per la gestione dei Cantieri (sia lato Direzione Lavori che Sicurezza Lavoro) con il solo utilizzo del telefonino. Si risparmia tempo, sono gratuite e non necessitano di formazione (e tutti i dati sono salvati su Google Drive).

Continua a leggere “Google Suite come App per la gestione dei Cantieri”

Versione “Dark Mode” attivata anche sulla App Messenger 4 e i Gruppi Cantiere o Area produttiva

Gestire la sicurezza in cantiere o in azienda oppure coordinare gli audit di controllo nella nuova Industry 4.0 richiede un impegno notevole della batteria del telefonino, sia per l’uso della videocamera che per lo scambio di documenti tramite le App di messaggistica. Un modo ottimale per ridurre il consumo di energia dal telefonino è utlizzare le App nella versione “Dark Mode” ossia con sfondo nero e caratteri bianchi o colorati, in modo da ridurre la domanda energetica legata allo spettro di colori sul video. Finalmente, anche per Messenger, è stata attivata la nuova funzione (anche se con una procedura un pò particolare per renderla operativa).

Continua a leggere “Versione “Dark Mode” attivata anche sulla App Messenger 4 e i Gruppi Cantiere o Area produttiva”