ROBOT E LAVORATORI | Conflitto, cooperazione, protezione o estinzione della specie?

Non immaginavo di scatenare un confronto così acceso. Ne tantomeno quanto fosse sentito il tema. Sono moltissime le mail di commento e riflessione ricevute a seguito del precedente post sul cambio di paradigma” per la sicurezza lavoro, in un futuro ormai con i piedi nel presente. Non più “prevenzione” ma “protezione” del lavoratore da parte del Robot nel ciclo produttivo sottinteso da Industry 4.0 e dalla rivoluzione digitale.
Anche se poi tutti i contributi ricevuti si sono focalizzati, di fatto, sul futuro della razza umana e sulla potenziale estinzione della specie a causa dei Robot. Come anche sulla liberazione dai lavori di “manovalanza” e la destinazione del genere umano a un ruolo più “alto”, ossia quello a cui le macchine – per adesso – non possono adempiere: quello di porre domande. Ovviamente sino alla domanda finale sul senso stesso dell’esistenza o, di converso, sull’esistenza di un senso (e quindi di un suo progettista: destino, dio o alieno che sia …).
Avulso dal voler intraprendere un percorso ascetico da filosofo esistenzialista, come Artigiano del Digitale nel mondo del lavoro preferisco i piedi ben piantati per terra e le mani sporche del fare, dell’imparar facendo; anche quando sia necessario affrontare temi e dare risposte che forse, per adesso, risposte non ne hanno.
Vediamo allora a che punto è il dibattito più avanzato nel mondo del lavoro per quel che riguarda la compresenza nel ciclo produttivo di Robot e Umani e di come il cambio di paradigma sia la fonte primaria da adottare per poter governare il processo di cambiamento che le tecnologie stanno portando nel mondo della produzione e della creazione di valore. Continua a leggere “ROBOT E LAVORATORI | Conflitto, cooperazione, protezione o estinzione della specie?”