SICUREZZA CANTIERI 2.0 | Esempio tutorial sull’uso della App iAuditor per i controlli e le verifiche

Una delle domande che con sempre maggiore frequenza gli Artigiani del Digitale come il sottoscritto mi pongono è quella di dare una dimostrazione concreta su quali siano le potenzialità della App iAuditor, ossia cosa voglia effettivamente dire utilizzarla in cantiere per le funzioni di controllo e verifica della sicurezza dei lavoratori.
Nello specifico, senza addentrarsi nei chiari vantaggi di risparmio di tempo e qualità procedurali, gli appassionati del tema richiedono maggiori chiarimenti su cosa effettivamente l’uso dell’App si differenzi nettamente dai due momenti classici di ispezione e/o controllo di cantiere: a) la Check List cartacea; b) la Check List su Pdf sul portatile.
Ho provato a dare una risposta possibile con un Video Tutorial, mostrando cosa effettivamente è possibile fare con iAuditor, con un caso concreto di cantiere: l’impermeabilizzazione dei suoli con geomembrane.

iauditor_little
http://www.iauditor.it

Credo che se volessi sintetizzare in poche parole in cosa effettivamente iAuditor si differenzi nettamente dalle Check List cartacee e su Pdf, non potrei che dire: “assomma i vantaggi di entrambi senza averne i rispettivi vincoli“.

In effetti, nel Video Tutorial predisposto, verranno esplicitati i vantaggi operativi dell’uso della App iAuditor; ossia;

  • E’ presente una Check List ma non è rigida come quella cartacea;
  • Sono presenti Check List dinamiche che vanno oltre quella in Pdf;
  • In entrambi i casi (Check List + Controlli dinamici), al testo descrittivo si sostituiscono foto e schemi disegnati.
  • Possono comunque essere trattati, se ritenuto necessario, specifici spazi sulla formazione, informazione, dpi e programmi di miglioramento;
  • Le firme (su tablet e/o smartphone) sono accompagnate dalle foto dei firmatari;
  • Il report finale prodotto ha un calendario delle scadenze, per le verifiche successive di effettiva attuazione;
  • Finito il lavoro si può inviare il report finale via mail in tempo reale ai suoi destinatari.

Suppongo che l’elenco dei punti prima indicati sia più che sufficiente a far propendere all’uso della App iAuditor sul cantiere.

Ma credo che, the last but not the list, la cosa più importante sia il fatto di non dipendere da altri programmatori nell’impostare le Check List: sono totalmente personalizzabili, secondo le proprie competenze e modalità d’agire.

Anche quella che utilizzerò come esempio (Check List di controllo per impermeabilizzazioni del cantiere con geomembrane), pur essendo preimposta, può essere completamente modificata e personalizzata, senza scrivere neanche una riga di codice: una vera e propria manna per noi Artigiani del Digitale.

Autore: danieleverdescablog

architect of information & ethical designer

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...